Muffin alle carote


muffin_Carote

La torta di carote è un dolce tipico della trazione anglosassone. E anche i muffin lo sono. Perciò da questo input sono partita per trasformare una ricetta di torta in qualcosa di apparentemente più nuovo e grazioso. Devo dire che ultimamente i dolcetti monoporzione sono terribilmente di moda, sia in rete che fuori..

Basta munirsi di stampini adatti e ridurre leggermente i tempi di cottura, perché altrimenti il risultato saranno dei muffin un po’ bruniti.




Muffin alle carote



Occorrente: 12 stampi da muffin, forno, n°2 ciotole capienti, grattugia elettrica, coltello, cucchiaio, fruste elettriche, setaccio, spatola

Ingredienti

400 g di carote
120 g di zucchero
3 uova intere
1 cucchiaio di acqua calda
1/2 bicchiere d’olio
300 g di farina
1 bustina di lievito in polvere
1 cucchiaio di essenza di vaniglia

Procedimento

Si parte preaparando ovviamente tutti gli ingredienti e accendendo il forno intorno ai 170°C.
Si pelano le carote e si grattugiano sottilmente, meglio se con l’aiuto di una grattugia elettrica, altrimenti vi farete i muscoli.
Si sgusciano le uova in una delle due ciotole e si aggiunge l’acqua calda (sì, fidatevi, e soprattutto calda non vuol dire bollente!). Si montano le uova con lo zucchero, usando la frusta elettrica, che oltre a dare un risultato più spumoso, permette di accorciare i tempi.  
Si aggiunge l’olio, abbassando la velocità delle fruste, fino a muoverle a mano, altrimenti la cucina si riempirà di schizzi. Infine si aggiunge l’essenza di vaniglia. 
Nell’altra ciotola si mescolano carote, farina, lievito e si trasferisce il tutto nella terrina con le uova.
Si amalgama bene fino a formare un impasto omogeneo, che poi verrà versato negli stampini, foderati di pirottini di carta.
Si infornano per circa 25-30 minuti.
La verifica della cottura avviene, come per qualsiasi torta, tramite la prova stuzzicadente.
Ovvero basta inserire uno stuzzicadente all’interno e l’impasto non dovrà risultare bagnato, né attaccarsi al legno dello stuzzicadente. 
A cottura ultimata si estraggono dal forno, si staccano dagli stampini e si lasciano raffreddare.
 

5 Comments

  1. Mi piace molto la trasformazione, le monoporzioni sono così carine e di solito finiscono prima, anche se visto la bontà non avrei dubbi :-) Ciao Ely

  2. golosissimi,uno tira l’altro:)

  3. Anch’io domenica scorsa ho fatto dei dolcetti monoporzioni alle carote, li trovo così carini!

  4. Belli buoni e morbidosi.
    Grazie per il tuo commento baci

  5. Molto carina l’idea di “monoporzionare”.Complimenti

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>