Insalata nizzarda

L’insalata nizzarda a me piace senza cipolla, perché così la trovo più digeribile, oltre che “socialmente più gentile”. A dire la verità a Nizza non l’ho mai mangiata, né sono sicura che la prima sia nata proprio là, anche perché alle volte come accade in tanti piatti, ognuno ha la sua versione e quando si porta in tavola un’insalata nizzarda pare di aver creato una ricetta svuota-frigo, più che una prelibatezza di origini francesi. Per esempio mi è capitato di trovarne una con l’aggiunta di peperoni e carciofini, e così mi è venuto il sospetto che in quella cucina volessero far fuori a tutti i costi qualche barattolo di sott’aceto o sott’olio. In altri casi capita di trovare invece le acciughe al posto del tonno. Ultimamente le acciughe sono però così spinose e salate che preferisco decisamente un buon filetto di tonno sott’olio, più delicato e più morbido. In un caso, lodevole e inaspettato invece, sopra all’insalata nizzarda c’era un dressing a base di senape, che mi è sembrato un pochino forte, ma che mi ha davvero ispirata. Così ho lavorato al mio di condimento e finalmente sono arrivata a quello che mi soddisfa davvero e che esalta il sapore delle verdure e delle uova con una punta di agro e di sapido che però non risulta mai eccessivo, ma che è davvero l’ideale. O così mi pare.. 

 

Insalata nizzarda

Occorrente: n° 2 casseruole, minipimer, coltello, cucchiaio, tagliauova, n° 1 terrina, forchetta, piatto, tagliere, piatto per servire, bollitore
Ingredienti x 1 persona
Per l’insalata nizzarda
120 g di patate
80 g di fagiolini
1 pomodoro
n° 1 uovo
50-60 g di tonno sott’olio
1 cucchiaio di capperi sotto aceto
2-3 olive nere
Per il condimento dell’insalata nizzarda
1 filetto d’acciuga
1 cucchiaino di wasabi
1 cucchiaio di aceto di vino bianco
2 cucchiai di olio e.v.o.
1/2 spicchio d’aglio
Procedimento
Sciacquare i fagiolini sotto l’acqua corrente e lessarli.
Immergere l’uovo in acqua fredda all’interno del bollitore e quando l’acqua avrà raggiunto il bollore contare 4 minuti. Spegnere il fornello, allontanare il bollitore dal fuoco e raffreddare l’uovo sodo sotto il getto dell’acqua. Sgusciarlo e lasciarlo raffreddare.

Immergere le patate in una casseruola con acqua fredda, senza sbucciarle e lessarle. Non dovranno risultare troppo morbide, perciò verificarne la cottura con una forchetta, punzecchiandole leggermente.

Una volta cotte, allontanarle dal fuoco, spegnere il fornello e raffreddare le patate sotto il getto dell’acqua corrente. Scolarle ed eliminare la buccia mentre le patate sono ancora tiepide. Il calore faciliterà l’operazione. Sistemarle in un piatto e affettarle a fette di circa mezzo centimetro di spessore e disporre le fette ordinatamente nel piatto, in modo da creare una piccola composizione.
Tagliare l’uovo a fette con l’aiuto di un tagliauova e aggiungerle alle patate.
Scolare il tonno dall’olio.
Tagliare i fagiolini a pezzetti.
Sciacquare i pomodori e tagliarli a fette.
Aggiungere le olive nere.
Riunire gli ingredienti per il condimento dell’insalata in una piccola terrina e frullarli col minipimer fino ad ottenere una crema omogenea e leggermente spumosa. Usare il condimento per insaporire l’insalata nizzarda, decorare con i capperi e servire.
 

4 Comments

  1. dev’essere proprio ottima quest’insalata…e poi con questo caldo è il pranzo ideale. Un abbraccio, Manu

  2. Ottimo piatto da presentare in queste giornate calde. Complimenti! Un abbraccio, Manu

  3. Scusa, ti arriveranno due commenti alla ricetta, ma mi si è riavviato l pc mentre scrivevo e non ho capito se avevo inviato o no…Manu

  4. Ahahaha, anch’io oggi ho fatto l’insalata Nizzarda, l’ho postata giusto una manciata di minuti fa, poi ho visto la tua ^^
    Con questo caldo è proprio quello che ci vuole!!!!
    Baci!

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>